I Pianeti con due soli sono più comuni di quel che pensiamo

I Pianeti con due soli sono più comuni di quel che pensiamo

I Pianeti con due soli sono più comuni di quel che pensiamo

I pianeti con due soli come il pianeta natale di Luke Skywalker possono essere tanto comuni quanto i pianeti che orbitano attorno a una stella solitaria.

Una delle scene più memorabili dell’originale Star Wars vide un giovane, Luke Skywalker, che si stagliava contro i tramonti gemelli del suo pianeta natale al suono della colonna sonora senza tempo di John Williams.

Sebbene i pianeti con due soli siano stati tradizionalmente considerati abbastanza insoliti, i recenti risultati hanno messo in dubbio questa percezione e suggeriscono invece che tali mondi possano essere effettivamente abbastanza comuni.

I Pianeti con due soli sono più comuni di quel che pensiamo

Esistono due modi principali in cui un pianeta può formarsi e rimanere in un’orbita stabile in un sistema binario.

In uno scenario, le due stelle sono molto distanti l’una dall’altra, consentendo a un pianeta di orbitare in modo sicuro una stella senza che l’altra interferisca. Invece, apparirebbe semplicemente come una stella particolarmente luminosa nel cielo.

Nell’altro scenario, le due stelle sarebbero così vicine tra loro da agire effettivamente come un singolo oggetto, il che significa che il pianeta potrebbe orbitarle entrambe come se fossero un’unica stella.

Mentre i cacciatori di esopianeti hanno per lo più allontanato stelle binarie nella ricerca di mondi extrasolari, i dati provenienti dall’astronave europea Gaia hanno recentemente aperto la porta a numerosi esempi intriganti.

I risultati generali, abbastanza sorprendentemente, suggeriscono che i pianeti sono tanto comuni nei sistemi binari quanto nei sistemi a stella singola e questo è particolarmente vero quando le stelle sono distanti.

Tatooine, sembra molto lontano dall’essere un’invenzione della fantascienza, ma potrebbe effettivamente esistere.

Give a Comment